lunedì 26 dicembre 2016

Quote - The Substitute

Direttamente dal libro che sto leggendo una citazione-cioccolatino che, sono sicura, vi farà apprezzare questo libro ed inserirlo nella vostra wishlist! 
 


The Substitute by DENISE GROVER SWANK

Megan Vandemeer meant to tell her parents about her broken engagement, but a month and a half later she finds herself boarding a plane home to her wedding. Having stretched avoidance to its limits, it's time to come clean--a terrifying prospect since her mother is sure to blame her rather than her cheating, emotionally frigid ex. A couple of drinks and two Dramamine later, Megan finds herself spilling her sob story to the tall, dark, and handsome stranger in the seat next to her. With only one week left to save his business, Josh McMillan boards a plane to Kansas City in a last-ditch effort, leaving the details to chance. An unexpected answer is delivered in the form of the beautiful brunette beside him. Though she’s completely loopy, her honesty, openness, and humor charm him. So when she passes out before landing, he helps her off the plane--a good deed that leads to a colossal misunderstanding. Her parents assume he’s her fiancé. In a twist of fate, the mix-up might help Josh save his business, so he plays along, figuring he can help Megan too. All he has to do is stage a public break up convincing enough to appease her mother. Josh is only supposed to be a substitute groom, but the more time he and Megan spend together, the more their pretend engagement starts to feel real…and the less they want to break it off. Can a relationship that began as a farce turn into happily ever after?
* * *
Trama tradotta personalmente
Megan Vandemeer voleva davvero dire ai suoi genitori del suo fidanzamento saltato, ma un mese e mezzo dopo lei si scopre a bordo di un aereo diretto verso casa per la celebrazione delle sue nozze. Dopo aver allungato i termini fino al limite, è giunto il tempo di chiarire - una prospettiva terrificante della quale sicuramente sua madre incolperà lei piuttosto che il suo imbroglione, emozionalmente frigido ex. Un paio di drink e due Dramamine [*antistamici] dopo, Megan si troverà a raccontare le sua triste storia all'alto, scuro e bellissimo sconosciuto che le siede vicino.
Con solo una settimana a disposizione per salvare la sua impresa, Josh Mcmillan a bordo di un aereo diretto a Kansas City in un ultimo disperato tentativo, lascia i dettagli al caso. Una risposta inaspettata giunge nella forma di una bellissima brunetta seduta vicino a lui. Sebbene lei sia completamente matta, la sua onestà, la sua franchezza e l'humor lo affascinano. Così quando lei sviene prima di atterrare, lui la aiuta fuori dall'aereo, una buona azione che lo guiderà ad un colossale fraintendimento. I genitori di lei presumono infatti che lui sia il suo fidanzato. Uno scherzo del destino la cui confusione potrebbe aiutare Josh a salvare la sua impresa, così lui sta al gioco, immaginando di poter aiutare anche Megan. Tutto quello che deve fare è inscenare una rottura pubblica abbastanza convincente da placare la madre.
Josh si supponeva che fosse il sostituto dello sposo ma più tempo passa insieme a Megan e più il loro presunto fidanzamento inizia a dimostrarsi reale....e meno lo vogliono rompere. Può una relazione iniziata come una farsa terminare in un vissero felici e contenti?

"What the hell is going on?" she demanded, "Is this some kind of sick joke?"
He shook his head. "No! It's a giant misunderstanding."
"Misunderstanding? A misunderstanding is when you order French fries and get onion rings. The fact that my parents think a stranger is my fianchè is not a misunderstanding. It's a disaster. How could you let this happen?"

TRADUZIONE:
"Cosa diavolo sta succedendo?" lei domandò, "è un qualche genere di scherzo malato?"
Lui scosse la testa. "No! E' un gigantesco malinteso."
"Malinteso? Un malinteso è quando ordini patatine fritte e ti portano gli anelli di cipolla. Il fatto che i miei genitori pensino che uno sconosciuto sia il mio fidanzato non è un malinteso. E' un disastro. Come hai potuto permettere che accadesse?"

The Substitute by Denise Grover Swank