lunedì 1 maggio 2017

Obsession by J. L. Armentrout

Ladies and Gentlemen, un'altra mini-recensione.

Questa volta è il turno di....



Obsession by JENNIFER L.ARMENTROUT
Arrogante, prepotente, affascinante: Hunter è un killer spietato ingaggiato dal Dipartimento della Difesa per eliminare i cattivi. In genere si gode il suo lavoro, finché non gli verrà affidato un ruolo insolito: fronteggiare il proprio nemico mortale per proteggere un umano. Serena non credeva alla sua migliore amica, convinta di aver visto il figlio di un potente senatore trasformarsi in un essere alieno. Ma quando sarà Serena stessa ad assistere all’omicidio dell’amica per mano dell’alieno, scoprirà un mondo pronto a ucciderla pur di proteggere i propri segreti. Detesta Hunter, ma non può fare a meno di desiderarlo. E presto accadrà l’impensabile: Hunter si metterà contro il governo per difenderla. Ma sono gli alieni e il governo la peggiore minaccia per la vita di Serena... o Hunter?

PRO:
- Per la prima volta abbiamo a che fare con quello che finora era per noi l'alieno cattivo: l'ARUM, un alieno fatto di ombre contro i LUXEN, esseri di luce. Quindi chi incontriamo se non un arrogante arum di nome Hunter?
- Dunque è una storia che è bene leggere dopo la saga Obsidian, la quale a sua volta è composta da 5 libri più il prequel ed altri che narrano sempre la stessa storia, ma da un punto di vista diverso, ossia quello di Daemon e non di Katy. Dico da leggere dopo, perché ci sono numerosi spoiler. Sono contenta che si discosti tanto dalla saga principale, quindi sicuramente punto a suo favore. [Della saga Luxen ho amato il primo libro e nel quinto il rapporto tra il personaggio Archer e *SPOILER ]
- L'Arum qui sembra più civilizzato, a dispetto di quanto appreso dal pov di Daemon Blake. Penso che sia utile per farci capire meglio le varie sfaccettature che stanno nel mezzo, quelle grigie per intenderci. Non è tutto bianco o nero nella vita.
- Mi piacciono molto queste dinamiche governo-alieni: a volte alleati, a volte avversari. Sì, ma gli esseri umani dove stanno? E se dovessero inavvertitamente essere dei testimoni scomodi per gli alieni? Saranno difesi dal governo o no? Non vi resta che scoprirlo con quest'avventura ;)

CONTRO:
- Su questo libro ho poco da dire nei contro se non una parte che a mio avviso è stato inserita tanto per, cioè credo che se uno, almeno, dei personaggi si fosse fermato abbastanza per rifletterci si sarebbe evitato il tutto. Lo so, sono poco chiara, lo metto nello *SPOILER Serena doveva per forza andare a recuperare un certo documento nella cassetta di sicurezza dell'amica? Diamine il tuo nemico è un senatore, non uno sprovveduto qualunque. Ammetto, è la trama. Altrimenti come potevamo avere la successiva "scena"?
- La cover è quella originale e non quella italiana, che non mi piace.

PERSONAGGIO MASCHILE:
Hunter è un Arum. Arrogante, senza sentimenti, in una parola badass. Un gran bel personaggio incontrato già in precedenza nella serie Luxen, di sfuggita. Ora sicuramente nell'ultimo libro e forse anche in un altro, antecedente. La memoria vacilla perdonatemi. Vi piacerà. Da quel che ho avuto modo di leggere sui vari social il suo personaggio è riuscito a stuzzicare l'interesse di molte donne.

PERSONAGGIO FEMMINILE:
Serena ha un carattere forte, non è piagnucolosa. E' decisa e ha un concetto di giustizia e vendetta che l'accomuna agli stessi alieni Arum, per cui bene o male un punto in comune tra esseri umani e alieni c'è. Non siamo così differenti.

CITAZIONE:
"Tranquilla, ora?" mi chiese lui.
"Tu sei un..?" 
"Se dici un'altra volta "alieno", ti strozzo. Okay?"
Non era chiaro se stesse scherzando o meno.
"Abbiamo già stabilito che cosa sono. Non me ne vado in giro a dire a tutti che sei umana."
Rimasi a bocca aperta. "Ma è diverso!"
VOTO: 4 stelle